TEST DI BIOTRATTABILITÀ

 


 

L’applicazione di un sistema di bonifica basato sul biorisanamento richiede competenze e conoscenze specifiche per una corretta progettazione e per la conduzione ottimale dell’intervento. Il test di biotrattabilità è uno dei primi step nel processo di progettazione ed è spesso richiesto dagli Enti di controllo come prova di fattibilità.

È uno strumento indispensabile per:

  • la scelta della soluzione ottimale di intervento
  • la valutazione di fattibilità di un intervento di biorisanamento
  • la definizione delle variabili operative

TEST DI MICROCOSMO

La complessità di un intervento di biorisanamento si riduce notevolmente se accuratamente progettata con il supporto di uno specifico TEST di laboratorio.

I TEST vengono condotti in reattori (microcosmi) e realizzati presso il nostro laboratorio di microbiologia ambientale, con l’obiettivo di:

  • “Riprodurre” in vitro le condizioni presenti in campo
  • Testare i fattori ritenuti utili ai fini dell’abbattimento degli inquinanti

IL METODO

L’approccio integrato proposto da Gruppo ITQ e Biosearch Ambiente, prevede il monitoraggio, in un arco di tempo prestabilito, dei principali parametri chimici, fisici e microbiologici.

Il Test può avvenire in microcosmi in fase solida, in fase slurry o in fase acquosa, in condizioni aerobiche o anaerobiche. È comunque personalizzato a seconda delle esigenze specifiche del cliente e della contaminazione da trattare.

Il Test di microcosmo viene effettuato su uno o più campioni rappresentativi del sito da bonificare.

I RISULTATI

I risultati del Test forniscono informazioni relative a:

  • Condizioni ottimali per l’abbattimento della contaminazione
  • Fattori limitanti
  • Cinetica di reazione
  • Tipologia di sostanze da utilizzare e quantitativo strettamente necessario all’obiettivo di risanamento
  • Sottoprodotti di reazione

 

L’applicazione di questo approccio consente di:

  • Determinare la fattibilità ed ottenere indicazioni sulla tempistica di un intervento di biorisanamento
  • Determinare le variabili operative per ottimizzare i tempi e l’efficacia del processo biodegradativo
  • Implementare e monitorare gli interventi.